martedì 1 novembre 2011

GUIDA DI AROMATERAPIA



Estratto dal libro GUIDA DI AROMATERAPIA di Maltoni Milena
Visita il mio sito http://naturalmentesalute.org/

Aromaterapia


L’aromaterapia fa uso degli olii essenziali o essenze, che sono miscele complesse, costituite da sostanze organiche volatili e vengono estratte da piante appartenenti a diverse famiglie: labiate, ombrellifere, pinacee, composite ecc.. Si formano nelle ghiandole superficiali, nei canali escretori, nelle cellule superficiali o nelle sacche ghiandolari delle piante. Hanno odore e colore più o meno marcato a seconda della pianta da cui derivano. Sono sostanze liquide-oleose, volatili, solubili in sostanze grasse, alcool e cloroformio etere, insolubili o quasi in acqua. Vengono estratte attraverso un processo di distillazione, per mezzo di solventi o per spremitura.       

La distillazione a fuoco diretto o a vapore d’acqua viene usata per estrarre gli oli che non si alterano a temperature elevate. In generale le essenze ottenute con qualsiasi metodo contengono delle impurità che vengono poi eliminate o col la filtrazione e trattamento con solfato anidro di sodio o attraverso la rettificazione, cioè distillazione a pressione ridotta. Gli olii essenziali sono costituiti da numerose sostanze complesse come: gli idrocarburi (es. cimene, azuleni, pinene, limonene), gli alcoli, i fenoli (es. timolo, estragolo), gli aldeidi (citrale, citronellale, aldeide benzoica,vanillina), i chetoni (metilesanone, tuione, metilnonilchetone, fencone), gliacidi (acetico, propionico, valerianico, caprilico, caprinico), gli esteri, i lattoni (cumarina), molecole azotate e solforate. Le proprietà scientificamente attribuite agli olii essenziali sono principalmente l'azione antisettica, antibatterica, antivirale e antinfettiva, ma a seconda della pianta dalla quale vengono estratti, troviamo anche un'azione balsamica ed espettorante, rilassante, stimolante, oppure nutriente e levigante della pelle ed altro ancora.
Gli oli prendono il nome dalla pianta da cui derivano, per cui avremo l’olio essenziale di Melissa ottenuto dai fiori della Melissa, olio essenziale di Camomilla dai fiori di Camomilla ecc...
Come tutti i farmaci così anche i prodotti erboristici e in particolare gli olii essenziali devono essere assunti con moderazione sia per     uso interno che per uso esterno!! Si raccomanda di acquistare olii puri di ottima qualità, soprattutto quelli assunti per via orale, e prodotti da ditte erboristiche specializzate.
 ----
PRINCIPALI OLII ESSENZIALI dalla A alla Z
  1.  
  2. ACHILLEA
  3. AGLIO
  4. ALLORO
  5. ANETO
  6. ANGELICA
  7. ANICE VERDE
  8. ARANCIO DOLCE e AMARO
  9. BASILICO
  10. BERGAMOTTO
  11. CAJEPUT
  12. CAMOMILLA
  13. CANFORA DEL BORNEO
  14. CANFORA
  15. CANNELLA DI CEYLON -               
  16. CARVI
  17. CIPRESSO
  18. CITRONELLA
  19. CORIANDOLO
  20. EUCALIPTO
  21. FINOCCHIO
  22. GAROFANO CHIODI o EUGENIA
  23. GINEPRO
  24. ISSOPO
  25. LAVANDA
  26. LIMONE
  27. MAGGIORANA
  28. MELISSA
  29. MENTA PIPERITA
  30. NIAOULI
  31. NOCE MOSCATA
  32. ORIGANO
  33. PINO
  34. ROSMARINO
  35. SALVIA
  36. SANDALO
  37. TEA TREE OIL
  38. TIMO
  39. TUYA
  40. YLANG YLANG

ALTRI OLII ESSENZIALI (Abete bianco, Anice stellato, Arancio fiori, Balsamo del Perù, Balsamo del Tolù, Balsamo di Copale, Bay delle Indie, Benzoino, Calendula, Cardamomo, Cedro, Cipolla, Elemi, Elicriso, Estragone, Galbano, Gelsomino, Geranio, Incenso, Legno di rosa, Lemongrass, Limetta, Mandarino, Mirra, Mirto, Nardi, Palma rosa, Patchouli, Pepe nero, Petitgrain, Pimento, Pompelmo, Rosa, Santoreggia, Sassofrasso, Storace, Valeriana, Verbena, Vetiver, Violetta, Zenzero)

Gli olii essenziali vengono usati nei massaggi per risolvere molti disturbi fisici e psichici.Gli oli da massaggi o per la cura del corpo vengono sempre diluiti in una base oleosa        (oli vegetali) nella quantità che può variare dall’ 1 al 3 % o anche più  a seconda del disturbo da trattare
 
-
LAVANDA – Lavandula officinalis – famiglia: Labiate

Sinonimo: Lavanda vera
Pianta proveniente dall’Italia, Francia e Inghilterra, conosciuta e apprezzata fin dall’antichità per il suo gradevole aroma. Esistono molte specie di lavanda e la più pregiata si trova a 500-600 metri sul livello del mare.
L’essenza viene estratta dai fiori.
Principi attivi: eteri di linalile e geranile, linalolo, geraniolo, cineolo, borneolo ecc..
Proprietà: sedative, tonico cardiaco e calmante dei nervi, antispasmodiche,antiemicranico, antisettico, battericida, colagogo e coleretico, diuretico,antireumatico, ipotensore, parassiticida, insetticida, antivelenoso.
Indicazioni: Nervosismo, ansia, insonnia, emicranie, vertigini, tachicardia, malattie infettive e delle vie respiratorie (asma, pertosse, tossi convulse, bronchite, tubercolosi, laringiti, sinusiti, riniti ecc..), digestioni lente, enterite (diarree), reumatismi, ipertensione, piaghe, ulcere, eczemi, scottature, ferite,
vesciche, punture di insetti, morsicatura di animali e vipere, pediculosi, alopecia.
Impiego: 3-6 gocce diluite più volte al giorno
L’essenza è utile per rianimare una persona svenuta, facendole annusare l’aroma e ponendo qualche goccia sulle tempie.
Utile in ginecologia per lavaggi e irrigazioni.
Per la pelle è indicata soprattutto nel trattamento di pelli grasse con foruncoli e spesso si associa alla camomilla ed al geranio per potenziarne gli effetti.
Applicato su impacchi freddi è il miglior rimedio per le ustioni, le
bruciature e le scottature solari.
Nelle vesciche applicare una garza inumidita con 1-2 gocce di essenza.
Nella dentizione dolorosa dei bambini piccoli metter 1 goccia di essenza sul cuscino o abito.
Nella febbre alta dei bambini piccoli impacchi o spugnature su piedi e gambe con qualche goccia di essenza.
Inoltre, grazie al suo potere citofilattico promuove la formazione di nuove cellule dell'epidermide favorendo la cicatrizzazione.
Applicazioni quotidiane di olio essenziale diluito al 2-4% per la
cicatrizzazione e la rigenerazione dei tessuti cutanei e nelle medicazioni di ferite da incidenti o chirurgiche.
Frizioni oleose al 10% contro i dolori reumatici. Applicazioni diluite al 5% sulle varie dermatosi.
Per eliminare le verruche pennellature di essenza pura sulla zona da trattare.

PROFUMI e PSICHE

Il profumo della LAVANDA (erbaceo-floreale-dolce) si miscela bene con tutti i profumi.
Vera panacea per qualsiasi male, apporta equilibrio emotivo, calma il dolore fisico e psichico. Libera da pensieri circolari, favorisce il rilassamento e la meditazione. Utile alle persone nervose, stressate o depresse. Aiuta ad avere rapporti interpersonali più armoniosi ammorbidendo i caratteri battaglieri.
La dolcezza della lavanda é rivolta in modo particolare agli anziani e ai bambini. La sua freschezza é quella della pulizia interiore, la sua energia fra yin e yang offre il dono dell'equilibrio, della calma e della chiarezza.
Il suo effetto rigenerante sul sistema nervoso é riconosciuto e largamente impiegato in psicoterapia per vincere la paura, la confusione mentale, l'instabilità emotiva e l'isteria. Può essere usata dagli attori contro il panico da palcoscenico. Purifica persone e ambienti da energia negativa.

Per fare un sacchettino di lavanda da porre tra la biancheria si può seguire questa ricetta del 1875.
La miscela ideale è:
• 200 gr. di fiori di lavanda essiccati
• 30 gr. di menta essiccata
• 20 gr. di chiodi di garofano
• 20 gr. di semi di cumino
• 20 gr. di sale da cucina
Mescolare bene il tutto e riempire moderatamente i sacchettini di lino o cotone.
-------

OLI VEGETALI

  1. OLIO DI ARNICA MONTANA
  2. OLIO DI AVOCADO
  3. OLIO DI CALENDULA
  4. OLIO DI CAROTA
  5. OLIO DI CRUSCA DI RISO
  6. OLIO DI GERME DI GRANO
  7. OLIO DI IPERICO
  8. OLIO DI JOJOBA
  9. OLIO DI MANDORLE DOLCI
  10. OLIO DI OLIVA
  11. OLIO DI ROSA MOSQUETA
  12. OLIO DI RICINO
  13. BURRO DI KARITE'

ALTRI OLI VEGETALI  
(OLIO DI BORRAGINE - OLIO DI COCCO - OLIO DI ENOTHERA - OLIO DI GIRASOLE- OLIO DI MACADAMIA - OLIO DI MAIS -OLIO DI NOCCIOLE - OLIO DI SESAMO - OLIO DI SOIA)

-----------

OLIO DI MANDORLE DOLCI

L’olio si ricava per pressione a freddo e senza solventi dalle mandorle dolci del Prunus amygdalus L.,viene molto utilizzato per uso alimentare e cosmetico.
Oggi questo olio è inserito nella Farmacopea Ufficiale, il che ne garantisce qualità e composizione costante.
Molto ben tollerato, inodore e di sapore dolciastro è indicato per pelli secche e come base di miscele.
E' un olio indispensabile per molti usi per il corpo, viso e capelli e come veicolante ideale di olii essenziali nei massaggi.
Per uso interno è un blando lassativo e viene utilizzato nella stitichezza dei bambini, 1-2 cucchiaini per 1 o 2 volte al giorno.
Per uso cosmetico per il suo effetto lenitivo è adatto per bambini e pelli molto sensibili.
Viene utilizzato anche come olio emolliente ed elasticizzate
della pelle, nella prevenzione di smagliature o per mantenere la
pelle elastica. Per prevenire le smagliature, le donne in gravidanza (dal 2 °- 3° mese) e le persone che seguono una dieta dimagrante possono massaggiare l'olio puro sull'addome, seno e cosce, quotidianamente.
L'olio di mandorle è particolarmente utile per il trattamento della pelle secca e asfittica, ideale da applicare su tutto il corpo dopo il bagno per idratare e nutrire la pelle.
Applicato picchiettando la sera su viso, collo, mani dona un colorito
luminoso.
Per capelli crespi, secchi o sfibrati dal sole si può fare un impacco
di 20 minuti sui capelli sciacquati. Molte persone lo usano in spiaggia al posto del gel per proteggere e rendere morbidi e lucenti i loro capelli.

Scritto nel 2009

Nessun commento:

Posta un commento